lunedì 1 agosto 2011

Capitolo 4: Hot & Cold

Madrid è una città imponente e te lo sa trasmettere.
Roma e Milano, dispiace dirlo, non arrivano a tanto. Nonostante la bellezza delle grandi città italiane, la loro forza risiede soprattuto nel mantenere una certa aria di "paese", di "tipico", di "casa". Questo non è un male (anzi è una cosa che AMO: io di Milano adoro proprio quella sua aria da salotto elegante dove, però, tutti si conoscono) ma se si vuole respirare un'aria veramente metropolitana bisogna lasciare l'Italia.

L'imponenza di Madrid non è solo nei suoi palazzi di un bianco sfolgorante, nei suoi barocchismi, nei suoi larghissimi viali alberati che si stendono per chilometri, nella sua rete sotterranea di 12 linee della metropolitana che arrivano capillarmente fino a ogni punto della città rendendo quasi inutile l'utilizzo di un'automobile. L'imponenza di Madrid sta anche nella sua gente e, sopratutto... NEI SUOI RAGAZZIIIIIIIIII!!! Ma quanto SO' BBBONI????
Allora, dopo attente considerazioni e molti studi "direttamente sul posto", posso dire un paio di cosette su questi spagnoli (o, meglio, su questi madrileni).

Molti dei luoghi comuni che ci sono sugli spagnoli sono FALSI. E credo che siano alimentati soltanto da qualche italiano che è venuto in vacanza in Spagna per una settimana e ha creduto di capire tutto degli spagnoli. In realtà, come non tutti gli italiani sono mafiosi, neanche tutti gli spagnoli sono come in Italia si lascia credere che siano e, dopo un mese che sto in Spagna, questo è diventato abbastanza lampante.
Innanzitutto, iniziamo con le cose positive: il buen rollo è un qualcosa di intraducibile in italiano. Letteralmente significa "buon rotolo" che (va da sé) non vuol dire un cazzo, preso alla lettera. Parafrasandolo, significa "bell'atmosfera" ed è una cosa che in Spagna tentano di mantenere spesso. La vita scorre lenta ma felice? Una buona birretta e passano i guai? Vuoi arrabbiarti il meno possibile? Bene: stai mantenendo alla grande il cosiddetto buen rollo.
Adesso, andiamo subito a sfatare un mito che ha prodotto la forte volontà degli spagnoli di mantenere il buen rollo: in Italia, infatti, si crede che gli spagnoli siano tutti dei cazzoni nullafacenti che finchè c'è fiesta fiesta fiesta esta noche fiesta gli va tutto bene e fanculo il lavoro. Ecco: questa è 'na minchiata bella e buona. Qui lavorano eccome. Il fatto che la sera prima erano ubriachi non vuol dire che non abbiano intenzione di andare a lavorare il giorno dopo: ci vanno eccome. Il fatto che tendano a non arrabbiarsi mai non vuol dire che non lo facciano mai: se succede, preparatevi al peggio (sopratutto con le donne... le spagnole hanno un caratterino da corrida, se le fai incrotalire). Del resto, se qui pensassero a essere tutti ubriachi e ciao le balle al resto, NON SI SPIEGHEREBBE come mai funziona tutto così bene, le code negli uffici sono veloci, i mezzi pubblici sono puntuali, non ci sono cantieri aperti a cazzo che non finiscono mai le opere e altre cosettine così, degne di un paese civile e che, infatti, in Italia sono simpaticamente rare.
Insomma, da come si vede, gli spagnoli sono molto più "nordici" di quello che si può pensare.
Ma qui casca l'asino: è proprio questo che li frega e che me li ha fatti cadere un po'. Infatti, la scoperta della loro voglia di vivere unita alla loro voglia di fare è stata, per il sottoscritto, una più che piacevole novità ma è stata anche come una delle mie tipiche sbornie da dopo-discoteca: prima c'è il divertimento e poi, la mattina dopo, c'è il "ommioddio di chi è questo letto e dove sono le mie mutande e chi è che mi sta russando sul culo". Insomma, voglio dire che gli spagnoli sono anche piuttosto freddi.
Ebbene sì: altro mito da sfatare. Mito nato probabilmente da qualche ragazzo italiano che, in vacanza a Ibizia, ha visto che tutte le spagnole gliela davano e non ha notato che, probabilmente, erano tutte avvinazzate.
Gli spagnoli, infatti, sono DECISAMENTE simpatici, chiacchieroni... in una parola: amabili. Ma pure piuttosto freddi. Loro chiacchierano con te... ma solo di cose da nulla, superficiali, non ti chiedono "come stai?", a loro non importa realmente di te! Per farvi un esempio: quando mi sono messo a cercare casa a Madrid, non c'è stato UN padrone di casa che sia stato UNO a chiedermi quanti anni avessi e come mai stessi qui in Spagna. Qui, infatti, vige la legge del "io mi faccio i fatti miei e tu ti fai i fatti tuoi, basta che mi paghi l'affitto". Sì ok, mettiamoci pure che qui c'è anche l'effetto "grande città" che distorce un po' tutto ma (ammettiamolo) quanti affittuari italiani, al vedere un ragazzo dall'accento straniero che potrebbe voler affittare la loro casa, non avrebbero fatto lui il terzo grado, chiedendogli pure il cognome da nubile di sua nonna? Probabilmente nessuno!
Detto questo, non dico che le amicizie spagnole non si possano fare ma è molto più difficile: un italiano si apre molto di più e per molto meno, con un estraneo... gli spagnoli, invece, rimangono sempre un po' più sul chi-va-là. Prima di conoscerti meglio, devono avere strettamente a che fare con te (infatti gli unici che posso dire di conoscere un po' sono i miei coinquilini).
E ora veniamo al luogo comune più frequente... "Ma gli spagnoli sono o non sono gli amanti latini per eccellenza?"
Allora, diciamo subito che, probabilmente, saranno pure gli amanti LATINI per eccellenza... ma non gli amanti MONDIALI!
Uno spagnolo, come ho detto prima, quando è in vena e quando può, è caciarone, è simpatico, sa come muoversi, cosa dire e cosa fare, con te. Usando delle immagini raffinate, uno spagnolo è in grado di metterti a pecorina senza neanche che tu te ne accorga. Allora perchè non metto gli spagnoli sul podio? Perchè, come ho detto prima, c'è quella vena di freddezza che li frega: il più grande luogo comune da sfatare sugli spagnoli, infatti, non è tanto quello del fatto che possano essere o meno grandi amanti ma quello sul fatto che siano o meno passionali. Ebbene, gli spagnoli NON lo sono. Infatti, a mio modestissimo parere, c'è una ENORME DIFFERENZA tra l'essere passionali e l'essere facili. Gli spagnoli sono sempre pronti a un'avventura, un po' di tenerezze calde e romantiche, una bella notte di musica e magia... insomma: a trombare. Ma quella non è passione, credete a me. Infatti, gli spagnoli, quando ti abbordano e ti convincono a salire a casa loro (e lo fanno anche con una certa facilità, dato che i loro bicipiti guizzanti e i loro pettorali pompati non mi lasciano letteralmente la possibilità di dire "no". Ok: chiamatemi zoccola. Me lo merito.), ti danno da bere un bicchiere d'acqua, si fanno due chiacchere con te e poi via nel letto. Con un italiano, questo, solitamente, non avviene perchè prima c'è LA PASSIONE! Il corteggiamento! Vai a bere qualcosa fuori, poi ci si rivede il giorno dopo per cena, poi sali a casa sua, te la fa vedere TUTTA (mica solo la camera da letto) e poi magari scatta la scintilla che ti farà gridare di piacere! In Spagna, invece, mi pare che tutta la prima parte si sia persa (ok, a volte anche in Italia, ma solitamente la casa, un italiano, te la fa vedere tutta comunque. Eh, cazzo). Per carità, non che io mi lamenti troppo: bisogna ammettere che i maschi spagnoli sono decisamente più belli degli italiani... ma gli manca il fascino. Non amano con la A maiuscola (anche se scopano con la S maiuscola).
E anche se gli italiani pronunciano troppo facilmente la parola "amore", essi lo fanno credendoci, seppur sbagliandosi. E anche se gli italiani cambiano idea finendo per odiarti dopo cinque giorni che stanno insieme a te, essi lo fanno credendoci, seppur sbagliandosi. E anche se gli italiani diventano di nuovo tuoi amici dopo che ti hanno mandato a fare in culo per una cretinata, essi ci credono veramente... ed è QUESTA QUA la passione. E' questo che rimpiango dell'Italia. Perchè credete a me, come gli italiani, non c'è nessuno. Ladri, farabutti e scansafatiche... ma poeti della vita e maghi dell'amore.

Con questo cosa voglio dire? Che l'Italia è meglio della Spagna? NO! E non intendo dire neppure il contrario! Intendo solo dire che se gli Italiani imparassero dagli spagnoli il loro buen rollo, la loro professionalità sul lavoro e la loro capacità di far girare nel modo giusto le rotelle degli ingranaggi sociali... allora l'Italia diventerebbe il paradiso in terra.

K.I.S.S. (Keep It Simple, Stupids... and Keep Italian Style, Stupids!!!)

P.S.: ... ché poi... i furbetti italian-style ci sono anche in Spagna eh... vogliamo parlare del ristorande a Puerta de Toledo??? O vogliamo parlare dell'autista del bus che ti fa fare il giro turistico di Toledo??? Eh??? Vogliamo???

P.P.S.: Oh, ma gnente gnente che tutto quello che ruota attorno a Toledo è gestito da mariuoli?!?!?!

P.P.P.S.: Magari tutto quello che ruota attorno a Toledo è gestito da italiani... che ne so...

P.P.P.P.S.: Insomma, 'sti spagnoli sono un po' mediterranei, un po' nordici... in poche parole sono come me: ad alta Deviazione Standard :)

6 commenti:

thetrickistokeepbreathing ha detto...

ah beh mi sembrano simpatici sti spagnoli, anche se io quando ero all'univetrsita' li evitavo perche' per me erano troppo rumorosi. Beh e poi perche' a me piacciono i tipo nordici.. Dammi uno svedese, un norvegese, un che so io, e io non capisco piu' niente. Pero' magari quando torno dall'Australia un giretto me lo faccio in spagna.. :D
KISS

Andy Crop ha detto...

Questo post l'ho vissuto come un documentario,solo molto più frizzante.
Perchè la stagione degli amori dei rinoceronti non è interessante come quella degli spagnoli,ma proprio non c'è storia,perchè nel confronto questi ultimi vincono a mani basse e qualcos'altro in alto.
(medita di cancellare la battutina,poi pensa "fanculo,non sono nato per usare sempre e solo un linguaggio da educanda" e lascia tutto com'è)
Che poi loro siano gli Einstein del sesso e che dell'amore con la A non gli freghi nulla,non è troppo sconvolgente.
Cioè,se ti arriva un genio nel campo di qualcosa e ti offre il meglio di quel campo,con dei benefici innegabili senza effetti negativi,non è che rifiuti,no?

Signor Ponza ha detto...

Ti posso dire che molti tratti che ravvisi negli spagnoli sono anche riscontrabili nei Canadesi.

Dado ha detto...

Hi proprio ragione sai: oggi i miei "colleghi" di lavoro (ancora per 3 giorni) parlavano di puttane e mentre lo facevano si vedeva che ci erano affezionati. Uno ha anche il suo numero.
Anche questa è passione.

chechi ha detto...

ajajja! benvenuto a Madrid, terra di lavori duri, chiacchiere a vuoto, fiumi di birra, maschi gnocchissimi la per la maggior parte (x me DRAMMATICAMENTE!) gay, libertà e tolleranza. la nostra Madrid, la nostra grande casa. SUERTE!

BimboSottaceto ha detto...

@Thetrickistokeepbreathing
... e quando verrai qui, AVVERTIMI che ci vediamo! <3

@Andy Crop
No ma tu sei TROPPO SAGGIO! Hai ragioooooneeee °_°

@Signor Ponza
Prenoto subito un volo per Montreal. O mi consigli Vancouver? Al diavolo: andiamo in tutte e due e pure ad Ottawa.

@Dado
Love is in the air... :)

@chechi
Suerte a ti también! :)

Baci a tutti