lunedì 19 settembre 2011

Capitolo 8: Scaring love

Madrid non è la città del sesso.
Madrid è, più semplicemente, la città della sensualità.
Una città dove anche le anziane signore non rinunciano a mettersi lo smalto rosso sulle unghie e a truccarsi con il viola e l'azzurro.
Una città dove i ragazzi espongono le loro forme senza malizia perchè tanto sono totalmente acostumbrados alla loro corporeità e a quella degli altri.

E io, contadinotto della provincia italiota, mi ritrovavo lì, a fare i conti col lato più vergognoso/vergognevole/vergognibondo del mio corpo, scoperto dal farmacista e da un fantastico biondone venuto in mio soccorso con l'allora sconosciuta lingua spagnola.
E io, insieme alle mie nuove parassitiche abitanti dei miei peli pubici, mi ritrovavo imbambolato a guardare quel magnetigmatico sorriso che si fondeva ai suoi occhi verdi e al grano dei suoi capelli.
Dopo aver comprato il mio bagnoschiuma antipiattole e dopo che lui, MiracleBoy, si è comprato il suo sapone delicato che odora di mandorla, usciamo a fare un po' di chiacchiere insieme, sotto il cocente pomeriggio di Madrid.
E come ti chiami, e di dove sei, e da quanto sei qui, e che ci fai qui... già da nove anni, ah però, e come è il bar dove lavori, ma è un bar friendly vero? non avevo dubbi ahahahha! beh comunque ci scambiamo il numero? oh ma certo che sì, dai, rivediamoci, bacio sulla guancia, bacio sull'altra, è stato un piacere, a presto.

E tornavo così, con un'espressione tra lo stupito e il felice, a casa.
Chiedendomi: "Ho trovato qualcuno di diverso?".
La domanda, però, non mi quadrava. "Diverso" da chi? O da cosa? E come diverso? E quanto diverso? Ma soprattutto: era davvero diverso? Perchè all'apparenza poteva sembrare il classico figaccione come tutti gli altri ma sentivo che non lo era: perchè?

Lavando i piatti, pensavo ancora a MiracleBoy e a questi interrogativi quando, dalla finestra di fronte, scorgo un muratore. Mi correggo: scorgo un pornoattore con addosso solo un paio di jeans laceri e macchiati di calce, un elmetto in plastica rossa e un 75-80 kg di muscoli armoniosamente distribuiti che recita la parte del muratore nell'appartamento di fronte al mio, una delle cui finestre dà proprio di fronte a quella della mia cucina. Mi fermo improvvisamente, una padella ancora unta di grasso in una mano e la spugnetta schiumosa nell'altra, ammirando quel capolavoro architettonico di madre natura che martella una parete.
Non faccio in tempo a realizzare che il suo viso è perfetto quanto il suo corpo da porco montatore che...
"Bambosottascetò?".
C'è solo una persona che mi chiama "Bambosottascetò" ed è il mio coinquilino francese. Mi chiede se mi dà fastidio che tenga la musica alta, perchè vorrebbe allenarsi con la sbarra appesa tra le pareti del corridoio, al ritmo di quella scucchiona di Rihanna. Innanzitutto noto per la prima volta la sbarra appesa tra le pareti del corridoio (era troppo in alto, io manco ci arrivo) e poi mi chiedo perchè mai un francese dovrebbe fare palestra. I francesi sono degli snob malinconici: la palestra non gli si addice. E realizzo anche che il mio coinquilino francese ascolta un po' troppo Rhianna per essere eterò.
Gli dico che non mi dà nessun fastidio.
"Bién", mi risponde.
Si toglie la maglietta e inizia a sollevare tutto il suo corpo grazie all'utilizzo di quella simpaticissima sbarra.
E qui mi rendo conto che non solo ai francesi la palestra si addice ma gli si addice pure molto.

E a questo punto, incastrato tra un francese con un fisico da fantasie erotiche interminabili che sudava duro e la visione di un giovine pornomanovale spagnolo che ad ogni martellata contraeva ogni suo muscolo della Louise Veronica Ciccone, mi resi improvvisamente conto di quello che non quadrava nella mia domanda.
Non "Ho trovato qualcuno di diverso?" dovevo chiedermi, bensì "Ho trovato qualcuno che IO TROVO diverso?" 
Insomma, MiracleBoy non ha molto da invidiare a questi altri due torelli. Come non ha molto da invidiare a quegli altri torelli/toroni/porconi che hanno incrociato il mio cammino e disincrociato le mie gambe. Eppure, nonostante questa loro innegabile "equivalenza fisico-sessuale", lui non mi sembrava proprio uguale agli altri.
Se gli altri risucchiavano i miei sguardi come dei sensualissimi buchi neri, MiracleBoy mi restituiva luce a profusione come un'immensa e irresistibile stella.
Ma cosa c'era che me lo rendeva così diametralmente opposto ai suoi simili? Quale particolare?
E qui si apriva un'altra domanda: l'amore è fatto di particolari? Sono i particolari ciò di cui ci innamoriamo? Sono le piccole cose, talmente piccole che siamo solo noi gli unici ad accorgercene? Sono quei piccoli profumi, talmente impercettibili che neanche il partner stesso sa di averli, che ci fanno perdere il senno?E ancora: se noi ci innamoriamo dei particolari, non sarà che, in realtà, anche l'amore è un semplice particolare della vita, dopotutto?

Nel mese in cui ho frequentato MiracleBoy, tutto andava alla perfezione.
Scherzi, battutine, uscitine, seratine, cosettine carine (ommioddio dalla finestra in questo momento viene un odore di canna che neanche immaginate, chiusa parentesi). Eppure, la mia domanda rimaneva ancora lì.
Cosa rendeva MiracleBoy così diverso dagli altri?
Poi, ad un tratto, mi sorride.
Un sorriso bianco, bianchissimo, splendente, più della canzone della Rettore, sormontato da degli occhi verdi quasi da alieno e circondato da una pelle di un incarnato così perfetto che sembrava dipinto da Caravaggio.
Mi da una pacca sul sedere e mi dice "Bello, lui!"
Ecco: da una marea di tempo che lo frequento e solo ora si decide a fare qualcosa che potrebbe preludere a un di più.
Ecco cosa lo rende diverso: una timidezza, una capacità di non rovinare qualcosa di raro con gesti inconsulti, una voglia di non bruciare le tappe senza la sicurezza di poterle percorrere tutte.
Insomma: per la prima volta nella mia vita, mi sono invaghito di qualcuno che no, non me l'ha smollata fin da subito ma che adesso vorrebbe.
Per la prima volta nella mia vita, mi piace una persona che prima di volermi toccare mi voleva guardare. Ecco quale è il particolare che rischiarava di rosa il mondo intorno a me quando io ero con lui.
E sì, è vero che l'amore è solo un particolare della vita, un piccolo aspetto. Ma è anche quello che rappresenta la chiave di volta di tutto il nostro animo.
Ecco. Sì. Io non lo nego. Mi piaceva questo suo aspetto così disinteressato al lato carnale. Però i giorni continuavano a passare e più in là di una toccatina al sedere o un abbraccio non si andava. E la voglia montava sempre di più.
E non che lui non mostrasse di non voler fare altro: continuava a ripetermi quanto fossi sexy... e io che facevo? Arrossivo e cambiavo discorso.
Talmente poco abituato a prendere l'iniziativa io e talmente poco abituato a prendere l'iniziativa lui che, evidentemente, rischiavamo di fare i romanticoni a vita.
Ma devo dire che, tutto sommato, non mi dispiaceva. Era finalmente qualcosa di diverso, finalmente vedere un gran bel pezzo di figliolo non mi mandava in un'incontrollabile agitazione psicoerotica ma mi faceva stare ineguagliabilmente bene.

Un giorno, dopo l'ennesiva piacevolissima serata con lui, torno a casa e mi squilla il cellulare: è un suo messaggio.
Mi dice che oggi ero proprio carino. Gli chiedo se, per caso, le altre volte, ero proprio un cesso. Lui mi dice assolutamente no e che lo so benissimo.
Poi, ho l'illuminazione: stavolta prendo la palla al balzo io. Faccio lo sfacciato. Diamo una smossa al nostro magnifico rapporto.
Gli chiedo se si sente bene. Lui mi dice che ha un po' di doloretti al ventre. Gli chiedo se devo venire a visitarlo. A fargli una visita "particolare".

Ecco, la smossa al nostro magnifico rapporto. UNA SMOSSA??? A me sembra un terremoto! Mi manda la faccina imbarazzata e non risponde più! Tre giorni di silenzio, come se avessi detto chissà che gran porcata, come se lui fosse un prete, come se non sapessi che io gli piaccio e come se lui non sapesse che lui piace a me. Ecco, forse il problema era proprio questo: lui non lo sapeva.
E in questi casi, cosa si fa? Cosa si fa se l'altro viene colto di sorpresa?
Forse che MiracleBoy voleva solo un'amicizia con un ragazzo carinissimo come il sottoscrittissimo più qualche semplice abbraccio ogni tanto?
Forse che l'amore, in realtà, non è la chiave di volta di tutti gli animi?
E anche se lo fosse, può essere che l'amore, il sentimento per antonomasia più innocente che c'è, sorprenda, spaventi, scacci?
Avevo spaventato MiracleBoy? L'avevo fatto fuggire?
Per riuscire ad amare, bisogna fingere di non amare?

Silenzio, ancora. Ma il cellulare squilla. Altro messaggio. Penso che sia lui. Ma non lo è. Stavolta è un altro ragazzo che avrà anche lui la sua parte nella storia. Ma lo racconterò dopo (prometto: non tra un mese!).

K.I.S.S. (Keep It Simple, Stupids)

6 commenti:

Misterioso ha detto...

Bimbo ma con Miracleboy la storia continua, spero... non sarà mica finita con un sms?
Secondo me ci deve essere una ragione (il)logica per questo suo atteggiamento!

dado67 ha detto...

uhuh!!! Hai trovato chi ti ha sorpreso! e due volte con questa sparizione. (spero sia una sua parentesi di riflessione) cogliendolo tu di sorpresa. Certo l'sms non ti ha fatto vedere la sua reazione spontanea! Questo apre mille rivoli dubitamondi! Ma abbi fede, avete avuto modo di conoscervi e non penso ti lasci così! (spero proprio che no!) Spero che questa sua (fuitina) non duri un mese ;) Deve essere un ragazzone all'antica! Sennò come ti avrebbe spiazzato. La vita ci regala continue sorprese! A presto rileggerti! Spero! Quante speranze!!! eheheh!!!!!

Dado ha detto...

La "storia" con MiracleBoy io l'ho sempre e solo immaginata (omettendo i lunghi silenzi di tre giorni e anche più) perchè quando fai la sgualdrina senza alcun riguardo per te stesso l'immaginazione è l'unica cosa che resta.
E' bello sapere che queste cose succedono ancora :)

Signor Ponza ha detto...

Mandagli un sms e facci sapere. Io ora non ci dormo, voglio sapere come va a finire cazzo!

eFY ha detto...

fichettaboy...

BimboSottaceto ha detto...

@Misterioso
Continua, continua....... :)

@Dado67
Ma va', non è all'antica xD ahhaha!

@Dado
Noi sgualdrine siamo sempre dotate di una ferrrrrrrvida immaginazione :)

@SignorPonza
E allora mandami una tua foto totalmente ignudo. Ti bramo.

@Efy
Bagassa

Baci a tutti