martedì 18 settembre 2012

Appendice (infiammata?) al precedente capitolo


Purtroppo non posso mettere nei commenti le mie risposte alle reazioni sul post precedente perchè superavo abbondantemente i 400 milioni di caratteri e Blogger si è messo paura. Copio e incollo qui :)





Ma il casino che è scoppiato? Cercherò di rispondere a tutti in maniera esaustiva.

@Tutti quelli che sono contenti per la mia salute:
posso solo dirvi grazie e ricambiare l'abbraccio :)

@eFY:
sei adorabile! Ahahahahha!

@Marco, Symbelmune, Varenne e gli altri che si pongono ragionevolmente delle domande:
i dubbi che avete, purtroppo, non posso levarveli io. Al contrario di molti altri blogger, infatti, io NON voglio diventare famoso, NON metterò la mia fotografia nell’avatar, NON darò notizie precise sul mio conto, NON bramo sette milioni di followers su Twitter e Facebook  etc etc. Da qui si capisce facilmente come, nonostante sia veramente dispiaciuto per voi, non possa proprio arrivare dalla mia persona reale una benchè minima prova di quello che scrivo: semplicemente, per il mondo "al di là dello schermo", io rimarrò solo BimboSottaceto e non un ragazzo in carne e ossa con un nome e cognome veri e con cui poter parlare con facilità e togliersi qualsiasi dubbio su di lui e sulla sua vita. Proprio perchè quello che scrivo mi tocca da vicino e proprio perché, sfortunatamente, stavolta mi ha toccato qualcosa di grande, forse eccessivamente grande per un blog (perchè questo è: un blog. Ricordiamocelo. Non un manuale di buone maniere né di comportamenti virtuosi né un consultorio medico) preferisco che non sia palese chi sono io né chi siano le persone a cui mi riferisco né che i fatti che racconto possano essere riconosciuti facilmente.
Se provassi a immaginare che qualcuno che conosco legge il mio blog, l’unica cosa che proverei è probabilmente imbarazzo, paura di essere giudicato, criticato, stilizzato, non capito: per questo preferisco che tutto rimanga non “anonimo” bensì “diffuso”. Sarebbe a dire, cioè, che il mio intento non è che nessuno possa riconoscersi in quello che scrivo ma, anzi,  vorrei che tutti ci si possano rispecchiare almeno in parte e, perché questo avvenga, l’unico modo è usare l’anonimato su alcuni particolari, concentrando così l’attenzione su altri particolari ancora.
Il fatto che, poi, qualcuno di voi è meglio di 007 e mi trovi su qualche sito-pollaio con una facilità impressionante (ormai ho perso il conto di quelli che ci sono riusciti e dovrei davvero riprendere in considerazione il mio concetto di “anonimato”, a questo punto) è un altro discorso: nonostante cerchi di separare il mondo di questo blog dal mio mondo reale, nonostante cerchi di togliere nomi ed etichette ad una parte della mia vita e nascondere con colori sgargianti l’altra parte, evidentemente qualcuno sa comunque mettere insieme i pezzi del puzzle. Non è qualcosa che possa evitare: la “X”, l’incognita, l’avevo presa in considerazione fin dal principio. Qualcosa di sconosciuto, di non calcolato, sarebbe potuto balzare fuori quando meno me lo sarei aspettato, sarebbe potuto andare storto, avrei potuto fare un passo falso, avrei potuto dire troppo o forse troppo poco, avrei potuto essere tacciato di chissà quale comportamento abominevole, mi avrebbero potuto dare del frocio, avrebbero potuto capire chi sono… milioni di possibilità. Pazienza: non si è mai sicuri di niente neppure nella vita. Quindi perché spaventarsi per il blog?
Se fosse necessario, vi invito nuovamente a leggere le istruzioni per l’uso del blog: va letto per divertirsi, niente di più. Sotto non ci sono insegnamenti morali. E’ difficile da spiegare: racconto di me e di quello che vivo ma vorrei che chi si rapportasse a me, tramite questo blog, lo facesse considerando che (salvo casi eccezionali della vita in cui ci si incontri veramente) rimarrò per loro sempre una fantasia, un nickname  e poco di più. Non mi stupisce che ci sia chi non crede a ciò che scrivo: non dò prove della mia esistenza e non sono interessato a darle (anzi: sono interessato a NON darle!). Probabilmente anche io dubiterei di me stesso; sinceramente, però, è un problema che non mi tange e che, anzi, mi fa sorridere con affetto.
Ringrazio il commentatore Marco che ha definito il blog meglio del copione di una telenovela (per lo meno spero che fosse un complimento! Dipende dalla telenovela a cui ti riferivi!) però non penso che una bella sceneggiatura possa essere minimamente paragonata a neanche uno dei miei post!
Non toglierò la possibilità di fare commenti anonimi: non trovo senso a un blog se non si dà a tutti la possibilità di commentare… starà agli altri cercare il modo più giusto per farlo e a me andrà bene così.
L’argomento di come io sia esteticamente, sollevato da LadyGaga e da un altro anonimo, è divertentissimo: alcuni che mi immaginano bonazzo, altri un cesso… Ahahahahaha! Siete teribbbbili (con una sola R e cinquemila B)… comunque ringrazio l’anonimo per avermi definito, per lo meno, dotato di una innata simpatia e scopabile. Grazie di cuore, sei stato determinante: col tuo intervento, niente più Valium nella mia vita.
Credo di aver risposto a tutto e a tutti voi, anche se un po’ disordinatamente.
E come già detto in altre occasioni, se a qualcuno scapperà un sorriso o una lacrimuccia quando legge qualche mia stupidaggine… beh, forse loro hanno trovato la vera risposta ai dubbi che alcuni si pongono.
Del tutto involontario ma maledettamente vero.

K.I.S.S. (Keep It Simple, Stupids)

12 commenti:

Anonimo ha detto...

solo una precisazione: per quanto mi riguarda io non ti immagino un cesso. Non conosco il tuo aspetto e quindi non ho elementi per esprimere un tale giudizio, e se anche li avessi e lo pensassi non andrei certo a scrivere una cosa del genere. In questo caso stavo solo "giocando" e ho calcato la mano di proposito per generare indirettamente una tua reazione, pensavo fosse fin troppo palese.
Ciao e buon proseguimento.

Barnabas Collins ha detto...

per mantenere l'anonimato e il mistero devi iniziare a postare foto del tuo piede.. o il riflesso del tuo braccio sul parabrezza di una macchina parcheggiata in seconda fila..
poi ti prendi un gatto.. ci fai le foto al gatto e le posti..
uhhh il gatto ha buttato il vasetto..
uhhh il gatto mi ha fatto un graffietto..
uhhh addormentato lui sul mio pancino.. ma metti a fuoco il tuo pacco e non il gatto ;)
così nessuno penserà che sei bruttino..
guarda che funziona davvero :D

Anonimo ha detto...


io sono uno delle innumerevoli (uff, volevo l'esclusiva!) persone che sono riuscite a vedere Bimbo, e anche se non dirò mai chi sia,penso di poter esprimere un opinione personale.
Ecco io me lo sposerei seduta stante.Ha un sorriso contagioso e
ha uno di quegli sguardi vispi,dolci e impertinenti che ti viene voglia di buttarlo sul primo letto a disposizione e consumarlo di baci.
e non sto esagerando, è bropiro bellino!

ah propongo un applauso per Barnabas Collins, mi ha fatto morire dalle risate con la sua proposta.

McD
stalker educato

Fed ha detto...

ho controllato su Ryanair... se parti da fiumicino c'è posto a partire dal 24 e ti costa solo 96,60... gli arrivi alle spalle gli metti le mani sugli occhi e gli sussurri: "indovina chi è? sono il tuo stalker!"
sicuro che lo stendi xD vedrai sarà un successo assicurato...
Buona luna di miele :°D

Marco ha detto...

Avrai capito che il mio era solo un ragionevole dubbio e ti ringrazio per le precisazioni che però non me lo tolgono :) In fondo dubitare è indice di ragionamenti, sbagliati o giusti che siano, e quindi di intelligenza. Ti ho sempre letto, e continuerò a farlo, sempre con leggerezza, è un blog, appunto e ce l'ho anche io, va tenuto come ti piace e pare a te, mi aveva solo "infastidito" aver visto toccare certi argomenti SE, e ripeto SE, fossero soltanto stati "romanzati". Se stai bene, sono felice per te, davvero. Detto questo, ci tengo a precisare che non mi interessa capire "chi" e "come sei", penso che lo fai già raccontandoti e comunque rispetto assolutamente la scelta del tuo anonimato (lascia perdere gli altri blog, potresti passare per "invidioso"). Io totalmente anonimo non riesco ad esserlo, forse perchè mi piace interagire molto con le persone...ma ripeto ognuno si comporta come ritiene giusto...e va bene così. In bocca al lupo.

Marco ha detto...

Ps...e si, la telenovela era un complimento, forse era infelice il termine, avrei dovuto usare "telefilm" o meglio ancora "film" sorry ;)

Anonimo ha detto...

A me non ha convinto per niente, ma ho deciso di tacere per quieto vivere.
I post di BimboSottaceto sono sempre pieni di incongruenze e piccole o talora grandi contraddizioni che i lettori possono facilmente palpare con mano. I personaggi e il susseguirsi degli eventi non è sufficientemente curato nei dettagli, per lo meno a quel livello che l'occhio attento del pubblico oggi richiede.
Il tuo è un genere che si poteva propinare negli anni passati al periodo di Myspace. Oggi con la diversificazione dell'offerta un prodotto come il tuo è totalmente fuori mercato, non mi stupisce che BimboSottaceto abbia un blog privo di pubblicità, è evidente che ha notevole difficoltà a trovare degli inserzionisti.
Il paragone con i film e i telefilm è del tutto fuori luogo, se proprio vogliamo assimilarlo con qual cosa va benissimo la Telenovela, Bimbo sei l'Andrea del Boca de noantri!
quando con un auspicabile lieto fine deciderai di chiudere il blog, puoi benissimo terminare con questa
http://www.youtube.com/watch?v=FkJpwNOYPUk

BimboSottaceto ha detto...

@Ultimo anonimo
Pubblico? Pubblicità? Diversificazione dell'offerta?... INSERZIONISTI??? PRODOTTO???
Forse non ti è chiaro: non mi chiamo Wanna Marchi né Nicoletta Paciaroni. Non sto cercando niente di tutto quello che hai nominato. Non voglio clamori attorno a me: se qualcuno mi legge, bene; se qualcuno volesse parlarmi qui sul blog, benissimo; se qualcuno mi riconoscesse per strada, MALE. Per quanto riguarda gli inserzionisti, grazie ma ho già un lavoro che mi fa vivere più che dignitosamente. Ci manca solo che riceva un assegno da Fanghi d'alga Guam s.p.a.

@Tutti
Baci :)

AsiSnella ha detto...

Bimbo se il tuo blog va letto per divertirsi non dovevi parlare di un argomento serio come l'AIDS perche e' un argomento che colpisce e spaventa un po tutti.
ora come ora nel tuo blog non riesco a vederci nulla di divertente ne' in quello che scrivi ne' in chi ti regge il gioco con commenti idioti perche l'unica cosa che mi viene in mente e' quell'immagine di te che vomitavi fra i cespugli del parco in cui facevi jogging. spero che il tuo blog ritrovi i contenuti leggeri del vecchio blog, per come la vedo io in un blog non si deve necessariamente parlare della propria vita, ci sono tanti argomenti che possono essere trattati con ironia... nell'attualità, nella vita d'ogni giorno, soprattutto nel tuo caso che vivi in un paese straniero e quindi ci saranno cose che avrai trovato stravaganti che ti avranno fatto sorridere, insomma i lettori dei blog non sono dei guardoni che vogliono sapere tutto della vita del blogger ma semplicemente persone che quando tornano a casa dal lavoro si rilassano un attimino leggendo i vari roccia, river, lord, marikikka ecc. spero che abbia capito quello che voglio dire e che non prenda il mio commento come una ramanzina o un rimprovero. ciao :)

BimboSottaceto ha detto...

@AsiSnella
Capisco che la tua non è una ramanzina ma io stavo male e non avevo esattamente voglia di parlare di quanto siano buone le tortillas... Nel mio blog ho sempre parlato della mia vita, è un blog nato proprio per raccontare le mie esperienze e, sinceramente, non sono mai stato molto propenso a fare dei post "sociologici" sulla Spagna (esistono già dei blog su questo e sono fantastici: li trovate linkati nella barra a lato).
Il fatto che qualcosa faccia paura non vuol dire che non se ne debba parlare, anzi tutto il contrario: spero che con la mia esperienza (che, tra l'altro, è pure finita bene e non finirò mai di ringraziare per questo) molta gente si ponga delle salutari domande e, magari, presti al futuro l'attenzione che non hanno prestato al passato (e io con loro).
A proposito... bel nick :)

Anonimo ha detto...

@AsiSnella
Complimenti per il nick! Ah no scusa te l'hanno già detto.
Comunque in realtà non stava proprio vomitando, era rimasto affascinato dagli arbusti del parco e ha deciso di contribuire concimandoli. Certo avrebbe potuto provvedere dal lato opposto ma lui non ama tali conformismi, è un ragazzo ad alta deviazione standard. Ora trovo assurdo e pretestuoso da parte tua criticarlo per il suo pollice verde.
Capisco che la tua non è una ramanzina, d'altra parte non sei neanche la prima, anche Paris Hilton ha voluto dire la sua dopo aver letto il cap 23.

AsiSnella ha detto...

@Bimbo, hai ragione e' il tuo blog e sei libero di scrivere cio che vuoi... l'importante e' che ti possa lasciare questa brutta esperienza alle spalle. ciao :)

@Anonimo, anche tu ti sei preoccupato per lui ammettilo :)